Una tempesta solare potrebbe influenzare la tecnologia che usiamo

Secondo gli scienziati, la Terra è colpita direttamente dai raggi di una tempesta solare che si muove verso il pianeta a circa 500 chilometri al secondo e la nostra tecnologia potrebbe essere colpita da questo evento.

Danni teorici da tempesta

A quanto pare, questa tempesta potrebbe danneggiare i satelliti che abbiamo lanciato nella nostra atmosfera perché il fulmine di questa tempesta colpisce l'atmosfera terrestre e il calore lo fa espandere, il che potrebbe causare problemi con la trasmissione del segnale, impedendogli di raggiungere le nostre apparecchiature qui a casa.

Anche i livelli magnetici sono un rischio. Le centrali elettriche potrebbero iniziare a ricevere segnali di corrente molto più alti a causa degli effetti della tempesta solare sulla magnetosfera.

Questo significa che i trasformatori e altre attrezzature per trasformare e regolare i segnali elettrici potrebbero essere sovraccaricati ed esplodere o smettere di funzionare.

Non c'è bisogno di allarmarsi

Tuttavia, anche se è per prendere precauzioni, non è nemmeno allarmante. Gli scienziati dicono che ci possono essere fluttuazioni irregolari nella potenza elettrica e anche nei segnali satellitari wireless. Hanno classificato questa tempesta come una tempesta G2.

Sottolineano anche che a causa degli effetti della tempesta, potremmo vedere aurore molto più luminose come le fiamme solari hanno coinciso con una crepa nello scudo magnetico del pianeta, che accade frequentemente.

Tempeste future più pericolose

Anche se questa tempesta è considerata minore, alcuni scienziati avvertono che i prossimi anni potrebbero essere più forti poiché il Sole è entrato nel massimo solare l'anno scorso e potrebbe continuare a crescere nei prossimi anni.

Come spiegano il fenomeno, il Sole impiega circa 11 anni per raggiungere il suo massimo solare, durante il quale emette più calore ed è afflitto da macchie solari, per poi tornare a un minimo solare, quando le onde magnetiche diminuiscono.