La legge francese sul "separatismo" potrebbe discriminare le minoranze musulmane

Il Senato francese discuterà presto una legge separatista che mira a regolamentare le opinioni religiose nel paese. Amnesty ha detto che il disegno di legge dovrebbe essere scartato o almeno modificato per placare le paure della minoranza musulmana.

Il Senato francese sta per discutere una legge contro il separatismo in un momento in cui la minoranza musulmana è in aumento.

Il Senato francese dovrebbe discutere presto la politica di antisemitismo che gli è stata presentata dai legislatori. Tuttavia, i gruppi per i diritti umani li hanno pregati di ritirare del tutto la legge o di modificarla significativamente.

La mossa arriva dopo che i legislatori francesi, compresi molti del partito del presidente Emmanuel Macron, hanno fortemente sostenuto il disegno di legge quando è stato presentato loro il 15 febbraio. Molti si aspettano che il Senato a maggioranza conservatrice approvi la legge, che ha scatenato una protesta nelle parti musulmane della Francia.

Parlando del disegno di legge lunedì, Amnesty ha detto che, se approvato, aumenterebbe solo la discriminazione già aggravata tra i musulmani nel paese.

Questa legge avrà gravi conseguenze per i diritti e le libertà dei musulmani, se sarà approvata. Marco Parolini, capo ricercatore di Amnesty, ha detto.

Disegno di legge per ridurre le opinioni sull'estremismo religioso

I leader francesi hanno detto che la politica ridurrà quelle che hanno chiamato idee islamiste estreme che guadagnano terreno nel paese. Ma l'opposizione ha detto che la legge colpisce la libertà di espressine e colpisce le poche aree musulmane del paese, che si stima siano 5,9 milioni.

Anche se il disegno di legge non contiene parole come "Islam" o "musulmano", i musulmani in Francia hanno insistito che il disegno di legge era rivolto a loro. Abbiamo visto il governo francese usare parole vaghe e prolisse nei progetti di legge per confondere i cittadini.

Questa legge prende di mira i musulmani e non c'è modo di aggirarla, deve finire", ha detto Hakim, un popolare ecclesiastico di Lione. Il progetto di legge del governo mira a regolare l'abbigliamento, i luoghi di culto e le ore di culto. Ci saranno anche severe linee guida sulle attività religiose.